DAF - Dizionari Autonomistic Furlan

a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z

Patria

Letteralmente, in origine, “terra dei padri”, ma oggi è sinonimo di stato nazionale. Nel Medio Evo la Patria era una terra sufficientemente vasta governata da una sola legge. Per quanto fino ad oggi sappiamo, il primo documento che contiene l’espressione Patria del Friuli risale al 1192. “Altra singolarità del Friuli – scrive Giandomenico Ciconi – è il titolo di Patria con che lo troviamo designato poco dopo il mille, ed anche in un diploma dell’imperatore al patriarca Goffredo del 10 gennaio 1192. Patria del Friuli era una divisione etnografica per non dir nazionale, e indicava un popolo convivente sotto la stessa legge in una data estesa regione. Così eravi la Patria di Vaud, la Patria di Savoia, la Patria di Provenza. Mentre la Patria de’ Veronesi, Vicentini, Padovani, Trevisani, limitavasi al territorio delle città e luoghi dipendenti, cioè ad una provincia, i Friulani consideravano lor Patria l’aggregato di varie piccole provincie, e deliberavano nel lor Parlamento guerra, pace o tregua per tutta la Patria, o pubblicavano leggi pel buono stato dell’intera Patria. Perciò questa denominazione indicava nel Friuli se non una tal quale nazionalità, certamente una specie di confederazione, un’autonomia regionale. Forse una delle conseguenze di questa forma di governo fu che nessun comune della Patria venne tiranneggiato da qualche suo potente cittadino”.

 

Bibliografia: Giandomenico Ciconi, Udine e sua Provincia, Udine 1862; Pier Silverio Leicht, Il nome di “Patria” attribuito al Friuli, Rivista Storica Italiana 1901.