Studi sull' autonomismo

L'Istitût edita una "Golaine di studis sul autonomisim" (Collana di studi sull'autonomismo), diretta da Gianfranco Ellero e Geremia Gomboso, dedicata alle personalità più significative del movimento autonomistico friulano. I volumi finora pubblicati sono stati dedicati a: Fausto Schiavi, Gino Di Caporiacco, Tiziano Tessitori, Arnaldo Baracetti, don Francesco Placereani, Nelso Tracanelli, don Giuseppe Marchetti, Pier Paolo Pasolini, mons. Luigi Faidutti, Giuseppe Gentilli, Faustino Barbina, Luigi Ciceri, Luigi De Biasio e Chino Ermacora. Sempre della stessa collana fa parte il "Dizionario autonomistico friulano".

Per informazioni su dove trovare queste pubblicazioni scrivi a: istitutladinfurlan@libero.it 



1 - I 1700 giorni di Fausto Schiavi

Scritti e discorsi 1967-1971, ILF 2002

Pubblicato in occasione dei 30 anni dalla morte di Fausto Schiavi (Pontebba 1928 - Udine 1972), esponente di punta dell'autonomismo friulano, consigliere regionale e carismatico presidente del Movimento Friuli dal '67 al '72. Memorabili i suoi discorsi sulla "questione friulana" in Consiglio regionale.

leggi »
 

2 - Dalla Regione mai nata alla Regione mal nata

Saggi di Gino Di Caporiacco sul Friuli e sulla Venezia Giulia, ILF 2002

In questo libro sono raccolti gli scritti di Gino di Caporiacco (Udine 1932 - 2001) sulla questione del "matrimonio forzato" tra il Friuli e la Venezia Giulia. Autonomista, consigliere regionale, più volte consigliere comunale di Udine, Di Caporiacco è stato autore di innumerevoli libri e interventi sulla stampa locale.

leggi »
 

3 - Autonomia per il Friuli 1945-1964

Scritti e discorsi di Tiziano Tessitori, ILF 2003

Avvocato, giornalista, sindacalista, deputato alla Costituente, senatore, sottosegretario, ministro della Repubblica, storico... Tiziano Tessitori (Sedegliano 1895 - Udine 1973) può essere considerato uno dei padri dell'autonomismo friulano del secondo dopoguerra e, assieme a Marchetti, una della figure più importanti del '900 in Friuli.

leggi »
 

4 - Simpri pal Friûl e la sò int 1976-2003

Scrits e discors di Arnalt Baracêt, ILF 2003

Più che un libro è un archivio in cui trovare tutto ciò che ha detto ed è stato detto su Arnaldo Baracetti (Codroipo 1931). Prima consigliere regionale e dopo parlamentare, Baracetti si è battuto in particolare per il riconoscimento ufficiale della lingua friulana e per l'istituzione dell'Università del Friuli.

leggi »
 

5 - Une lenghe, un popul, une glesie, la nestre storie

Scrits e discors di Pre Checo Placerean, ILF 2003

Don Francesco Placereani (Montenârs 1920 - Udine 1986), figura-chiave del movimento autonomistico friulano, fu uno dei fondatori di "Int Furlane" e del "Moviment Friûl", ispiratore della "Mozione del Clero per lo sviluppo sociale del Friuli" e traduttore, assieme a don Antonio Bellina (pre Antoni Beline), della Bibbia in marilenghe.

leggi »
 

6 - Del Friuli storico, per il ritorno di San Michele al Tagliamento

Scrits e pinsîrs di Nelso Tracanelli, ILF 2004

San Michele al Tagliamento, da un punto di vista amministrativo, fa parte del Veneto, pur essendo un comune storicamente e linguisticamente friulano. Per tutta la sua vita Nelso Tracanelli (San Michele al T. 1934 - 2002), poeta e scrittore, si è battuto per far tornare il "Mandament di Puart" nella "Patria del Friuli".

leggi »
 

7 - Lingua poesia e autonomia 1941-1949

Il Friuli autonomo di Pasolini, ILF 2004

Negli "anni friulani" Pier Paolo Pasolini (Bologna 1922 - Ostia 1975), accanto ad una fervente attività letteraria in marilenghe, si impegnò in prima persona nel movimento autonomistico nato subito dopo la Seconda Guerra mondiale. Lo testimoniano molto bene questi suoi scritti, per gran parte sconosciuti al grande pubblico.

leggi »
 

8 - Autonomia per il Friuli orientale 1891-1918

L'autonomismo di Luigi Faidutti, ILF 2005

Luigi Faidutti (San Leonardo 1861 - Kaliningrad 1931) sacerdote e autonomista ante litteram, eletto nel 1907 deputato a Vienna per la Contea di Gorizia e Gradisca, nel 1918 portò avanti, con Giuseppe Bugatto, la battaglia politica per l'autodeterminazione del Friuli nella nuova Austria. Per tale motivo fu di fatto esiliato e non poté più tornare in Friuli.

 

9 - L'autonomia culturale di Giuseppe Marchetti, 1946-1949

La "Patrie dal Friûl" di pre Bepo Marchet, ILF 2005

Giuseppe Marchetti (Gemona 1902 - Udine 1966) è stato una delle personalità friulane più importanti del '900. Sacerdote, insegnante, linguista, scrittore, storico e critico dell'arte, nel 1946 fondò, con Felix Marchi, il settimanale in friulano "Patrie dal Friûl". Il libro raccoglie una parte degli interventi di carattere politico pubblicati sulla rivista.

leggi »
 

10 - DAF. Dizionario autonomistico friulano, ILF 2007

"Questo dizionario è stato pensato e realizzato per due scopi complementari: per dare rilievo, in brevi schede, a tutti i fattori unificanti della regione Friuli, ma anche per disegnare la mappa delle diversità interne, prodotte da fattori di lunga durata". (dalla Prefazione di Gianfranco Ellero, curatore del DAF)

leggi »
 

11 - L'Università friulana di Joseph Gentilli 1965/66

Due saggi di pianificazione universitaria, ILF 2007

Giuseppe Gentilli (S. Daniele 1912 - Perth 2000) fra il 1965 e il 1966 - con una serie di articoli pubblicati sulla rivista della Camera di Commercio di Udine - teorizzò e  dimostrò per la prima volta l'opportunità di istituire un'università a Udine. In occasione dal trentennale dell'Università friulana sono stati riproposti quei suoi scritti profetici.

leggi »
 

12 - Dalla Regione friulana alla Regione triestina 1949-1962

16 articoli di Faustino Barbina, ILF 2008

Faustino Barbina (Mortegliano 1900 - Udine 1982) è stato prima partigiano delle formazioni Osoppo (deportato a Dachau) e in seguito deputato dal 1948 al 1953 per la DC. Nel corso della sua attività politica ha sempre portato avanti con convinzione la battaglia per l'autonomia del Friuli e per il riconoscimento di Udine quale capitale della Regione.

 

leggi »
 

13 - Lingua Etnografia Autonomia

Gli anni di Luigi e Andreina Ciceri, ILF 2009

Luigi Ciceri (Tricesimo 1911 - 1981), medico primario e fautore del reparto stomatologico dell’Ospedale di Udine, è stato uno dei fondatori del Movimento Popolare Friulano per l’Autonomia Regionale. Studioso di etnografia, è stato anche per tanti anni il factotum della Filologica e ha ricoperto posti di rilievo nella dirigenza calcistica locale. Il libro intende rendere onore anche a sua moglie, Andreina Nicoloso, etnografa e critica letteraria di prima grandezza.

leggi »
 

14 - L'antico rito aquileiese

Nel Friuli dei patriarchi con Luigi De Biasio, ILF 2010

Luigi De Biasio (Santa Maria la Longa 1930 - Udine 1993), sacerdote, bibliotecario patriarcale e docente nel Seminario di Udine e nelle Università di Udine e di Ferrara, ha illustrato in modo scientifico e con straordinaria chiarezza aspetti fondamentali della civiltà cristiana e contadina della Patria del Friuli, come il rito aquileiese e l’uso della marilenghe nella liturgia.

leggi »
 

15 - Il Friulmondo di Chino Ermacora

Scrittore, giornalista, regista e organizzatore culturale, ILF 2011

Chino Ermacora (Tarcint 1894 - Cjasarse 1957), gjornalist, animadôr culturâl, regjist cinematografic, al è stât l'”inventôr” de Pifanie di Tarcint e dal "Ente Friuli nel Mondo", valorizant lis arts dal Friûl e il lavôr dai nestris emigrants. Al è chel che al à scrit il prin libri su la resistence furlane "La Patria era sui monti". Al è stât ancje, adun cun Tessitori, D’Aronco e Pasolini, un dai sostignidôrs, tal 1945, de Regjon autonome dal Friûl.

leggi »
 

16 - Friuli. Autonomia e territorio. Perché speciali la Regione e l'Università?

 

Per gli ottant’anni di Arnaldo Baracetti, ILF 2011

Arnaldo Baracetti (Codroipo 1931), per celebrare i suoi ottanta anni, ha voluto offrire, con questa pubblicazione, una raccolta dei principali documenti sulle recenti lotte degli autonomisti a difesa della specialità regionale, della nostra Università e dell’identità della Patria del Friuli.

 

leggi »