DAF - Dizionari Autonomistic Furlan

a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z

Slavia friulana

Nei secoli della dominazione veneta la regione fisica delle Valli del Natisone, divisa nelle “banche” di Antro e Merso, fu chiamata Slovenska Benecja, cioè Slavia veneta. La denominazione, esatta quando le Valli facevano parte della Terraferma veneta, è diventata fuorviante da quando esistono le Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia. Alcuni la chiamarono allora Slavia italiana; ma Gino di Caporiacco, con felice intuizione, avanzò la proposta di ribattezzarla Slavia friulana, incontrando il favore dei giornalisti e della pubblica opinione.

 

Bibliografia: AA.VV., Val Natisone, n.u. della Società Filologica Friulana 1972; Dino Menichini, Paese di frontiera, Udine 1972; AA.VV., La storia della Slavia italiana, Quaderni Nediza 3, San Pietro al Natisone Trieste 1978; Giancarlo Pertegato, Un’altra piccola patria si affaccia tra le minoranze etnico-limguistiche. La Slavia friulana vuole la sua lingua, Corriere della Sera 2 marzo 1979; Enzo Pascolo, Case della Slavia friulana, Società Filologica Friulana 1998.